Nonostante si diversifichino molto per location, ora, pubblico e tema, tutti i balli del Carnevale di Venezia hanno alcuni tratti in comune …

 

1 – Noblesse Oblige: il costume d’epoca

Non occorre dirlo, ma l’elemento fondamentale per partecipare ad un ballo a palazzo è ovviamente il costume d’epoca o mascherato.

D’altro canto che festa di Carnevale Veneziano sarebbe se ci presentassimo con i soliti abiti serali che utilizziamo per il resto dell’anno? Molti partecipanti a questi eventi sono veri e propri fan del Carnevale di Venezia e possiedono già il loro abito, il biglietto di ingresso non include quasi mai pure il costume ma è possibile noleggiarlo! Il noleggio di un abito per una sola serata potrebbe venire a costare diverse centinaia di euro, ma ciò che si va a noleggiare è una vera e propria opera d’arte. Si tratta di pezzi unici altissima sartoria artigianale, interamente confezionati a mano con tessuti pregiati ed talvolta indossati anche da attrici e attori durante le riprese di molti film, documentari e fiction di carattere storico che spesso vengono girati a Venezia.

 

2 – Il Settecento

Epoca che per Venezia è stata segno dello sfarzo senza limiti e della definitiva cadenza politica: infattiNapoleone nel 1797, senza sparare un colpo, entra nella Serenissima, la occupa militarmente e in pochissimi mesi la cede agli austriaci. La plurisecolare Repubblica del Leone si conclude qui. Per molti decenni del Settecento la nobiltà veneziana pensò bene di sostituire l’operosità del commercio alla festa pura. Durante il Settecento il Carnevale di Venezia arriva a durare per ben sei mesi, tra feste e festini, più o meno raccomandabili. Ciò che per gran parte dell’Europa è considerato il secolo dei lumi, per Venezia è il secolo per eccellenza del Carnevale, del libertinismo e di … Casanova!

E’ questo secolo che per molti aspetti –  decori, musica e costumi – prevale, se pur in misura diversa, in tutti i  balli a palazzo del Carnevale di Venezia

 

3 – Il Format

il Carnevale di Venezia con le sue feste a palazzo mirano a creare un evento unico, capace di coinvolgere l’ospite sia a cena che nel dopocena. Per questo le feste prevedono un schema ben collaudato con cocktail di benvenuto, cena, e a seguire i balli!

La cena, con portate sempre di livello molto alto, viene allietata da un intrattenimento di carattere teatrale o musicale, e lo staff, sempre in abito d’epoca, contribuisce a mantenere elevato il livello di teatralità. Ildopocena vede lo svolgersi dei balli classici veri e propri! In molti casi dopo la mezzanotte inizia la parte di festa più sfrenata: minuetti e quadriglie cedono il passo a dj set o rock music.

Insomma, trattandosi di eventi così completi, “balli a palazzo” è decisamente riduttivo.

 

4 – Location d’eccellenza

Oltre al costume d’epoca, un’altra caratteristica dei balli a palazzo del Carnevale di Venezia, è appunto il palazzo!

Le feste avvengono in spettacolari palazzi signorili con interni affrescati e finemente decorati. Si tratta di veri e propri gioielli architettonici unici al mondo, solitamente non aperti al pubblico e pertanto difficilmente visitabili. Alcuni di essi addirittura si affacciano sul Canal Grande, la via d’acqua più bella al mondo; mentre altri sorgono in zone decentrate della città, immersi nella quiete, veri e proprio luoghi lontani dal tempo.

 

5 – Una fantastica occasione per stringere nuove amicizie

I balli a palazzo sono veri e propri momenti di socializzazione tra persone che non avrebbero occasione di conoscersi, che si incontrano uniti dalla passione per la bellezza e lo stile fuori tempo. Il costume, ovviamente, portato dai partecipanti, è un facile modo di rompere il ghiaccio, ma l’aspetto più importante è però la suddivisione degli ospiti in tavolate durante la cena – da 8, 10, 12 sedute – con posti predefiniti in base alla lingua. Disposizione che aiuta a stringere amicizie, spesso anche con persone provenienti da paesi differenti! E non solo, la socializzazione è favorita anche dai balli di gruppo guidati dal Maestro di Danza. Gli ottimi vini inoltre non si tirano indietro a scaldare gli animi, con una piacevole consapevolezza: una volta usciti dal ballo non dovrete prendere la macchina per tornare a casa!