Festa delle Marie

Sabato 3 febbraio, dalle ore 15:00 
La “Festa delle Marie” è ormai tradizionalmente l’evento che segna l’inizio ufficiale del Carnevale di Venezia. Ricorda l’annuale l’omaggio offerto dal Doge a bellissime e umili fanciulle veneziane: la dote per il loro matrimonio.
La Festa delle Marie, un’occasione unica per ammirare i costumi della tradizione veneziana, oltre a rappresentare l’inizio del Carnevale e la prima fase di un concorso di bellezza che si articola per i dieci giorni del Carnevale (le 12 ragazze sono selezionate nelle settimane precedenti) e culmina con la proclamazione della Maria del Carnevale, il pomeriggio del Martedì Grasso. Il premio: la Maria del Carnevale sarà l’Angelo che scenderà dal Campanile di S. Marco il Carnevale dell’anno successivo.
L’arrivo delle Marie sulla machina scenica (il palco) di S. Marco verso le 16:00 è la tappa finale di un corteo storico che parte da “Castello” alle 14:30. In attesa delle Marie, la Piazza è animata da rievocazioni storiche, spettacoli di artisti circensi, sfilate di maschere. All’arrivo sul palco le Marie incontrano il Maestro di Cerimonia e il Doge e si presentano alla Piazza.

 

Il Volo dell’Angelo 

Domenica 4 febbraio, dalle ore 11:00
Il Volo dell’Angelo è l’evento più spettacolare del Carnevale di Venezia, il più fotografato, ammirato e ripreso dalle televisioni internazionali.
Uno spettacolo nello spettacolo: è impossibile non trattenere il fiato quando il (la!) giovane angelo stacca dal Campanile di San Marco e inizia a scendere lentamente verso il doge nel palco della Piazza. Ma è anche un’emozione unica osservare una Piazza enorme gremita, con 80mila persone (ma c’è chi dice anche 100.000) con il naso all’insù in totale silenzio.
Il Volo dell’Angelo, vento permettendo, è fissato a mezzogiorno, dopo l’ultimo battito orario del Campanile.
Prima e dopo – indicativamente dalle 10:00 alle 13:00 – la Piazza è animata da saltimbanchi, rievocazioni storiche e ovviamente una grande quantità di splendide maschere che sfilano sul palco.

 

Le grandi sfilate di maschere – Concorso: La maschera più bella

Da domenica 3 a martedì 13, dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:00
Il palco di Piazza San Marco ospita tutti i giorni del Carnevale, mattina e pomeriggio, le grandi sfilate di maschere con partecipanti provenienti da tutto il mondo: uno spettacolo straordinario che unisce poesia a creatività con sfilate di singoli e gruppi, inframmezzate da performance teatrali e sketch degli animatori mascherati.
Ciascuna sfilata – mattutina e pomeridiana – rappresenta un mini concorso: la maschera più bella la scegli il pubblico!
La Gran Finale del concorso “La Maschera più Bella” si terrà domenica 26 pomeriggio.

 

Lo Svolo dell’Aquila

Domenica 11 Febbraio, alle 11:00


Dal 2012, l’ultima domenica di Carnevale coincide con lo “Svolo dell’Aquila” dal Campanile di San Marco. L’evento, che ricalca il format del Volo dell’Angelo, non ha il valore celebrativo del primo volo ma tra gli elementi di maggiore interesse, oltre all’evidente aspetto spettacolare della discesa dal campanile di S. Marco, vi è il fatto che a scendere è un personaggio famoso appartenente al mondo dello sport, della musica o dello spettacolo. Le ultime due “aquile”? L’atleta paraolimpica Giusy Versace (2015) e il musicista Saturnino (2016).

 

La proclamazione della Maria del Carnevale e Svolo del Leon

Martedì 13 Febbraio pomeriggio
Martedì Grasso, ultimo giorno del Carnevale, ultimo giorno di festa prima dei rigori della Quaresima. La Maria del Carnevale, vincitrice del Concorso omonimo, eletta la sera precedente viene proclamata e incoronata dal Doge, sulla machina scenica di Piazza San Marco. E’ il titolo più importante a cui una ragazza veneziana possa ambire perché non viene premiata solo la bellezza, ma anche e soprattutto la capacità di impersonare e interpretare lo spirito del Carnevale e l’essenza di Venezia.

Alla Maria del Carnevale spetta il più emozionate e indimenticabile premio che un concorso di bellezza possa prevedere: l’onore e l’emozione unica di indossare – per il Carnevale successivo – le vesti dell’Angelo e scendere dal Campanile.

Con lo “svolo del Leon” il drappo di San Marco che risale verso il Campanile, si conclude il Carnevale